Di Adele Oriana Orlano

«Un caffè e una chiacchierata possono cambiarti la giornata». Parola di Lisa

LE NUOVE STORIE 14 ott 2020
Lisa Annichini all’interno del suo bar di San Michele Lisa Annichini all’interno del suo bar di San Michele

Sorrisi, buon caffè e messaggi in tazza sono la forza di Lisa Annichini, la titolare dell’omonima caffetteria di San Michele Extra, nella zona est di a Verona. Lisa, grazie all’affetto e al grande incoraggiamento di amici e clienti, è entrata nella classifica dei commessi dell’anno.

Lisa è una veronese doc, mamma e imprenditrice. Laureata in economia e management dell’impresa e dei servizi, lavora fin da quando era giovanissima, sempre a contatto con il pubblico. Per diversi anni in una pizzeria mentre studiava e, una volta ottenuta la laurea, ha deciso di aprirsi la sua attività. «Volevo aprire qualcosa che fosse mio – spiega Lisa -, una mia azienda. Spesso succede che le persone chiedano perché una persona laureata faccia la barista, io rispondo che a me questo lavoro piace e poi è la mia azienda. Inoltre, se non siamo noi a portare avanti anche questi lavori, rischiamo di veder ampliare sempre di più la concorrenza straniera».

Lisa cinque anni fa ha aperto la caffetteria insieme alla sorella Giulia, che dopo tre anni di esperienza ha colto l’occasione arrivata da Esselunga iniziando la sua carriera all’interno di quell’azienda, ed a sostituirla è stata mamma Maria Grazia. La vita di Lisa, negli ultimi due anni è cambiata molto, è diventata mamma e ha iniziato un percorso senza la sorella Giulia. «La vita, per me, è completamente cambiata – racconta la giovane imprenditrice -, ma sono andata avanti anche grazie ai miei clienti che mi hanno sempre spronata e supportata. Mia sorella faceva le scritte sui cappuccini e sui caffè e io ho imparato anche grazie al loro incoraggiamento. Così ho scoperto che un semplice messaggio può cambiare loro la giornata. Noi lo chiamiamo “bacio Perugina”, perché porta un messaggio, un nome, un augurio».

Annichini è, però, un cognome che ha un legame forte con il giornale dei veronesi. Nell’edizione precedente dell’iniziativa, infatti, la sorella Giulia è entrata nella top ten dei migliori commessi per il 2019 ed è stata premiata al gran galà dello scorso anno. Non solo le sorelle sono affezionate al giornale, entrambe hanno infatti raccontato che papà Tiziano non si perde un’uscita, in quanto è un affezionatissimo lettore da moltissimo tempo. E sarà sicuramente motivo di grande orgoglio per papà Tiziano vedere che le sue due figlie sono tra le commesse più amate a Verona. «Sono stati i miei clienti a spingermi a partecipare quest’anno – racconta ancora Lisa -, anche se io avevo detto di no e che lo scorso anno lo avevo fatto per mia sorella. Eppure, loro, come sempre, mi incoraggiano e mi stanno vicini. Quando ero in gravidanza mi sono arrivati tantissimi regali da loro». A renderlo il lavoro della vita di Lisa è proprio l’insieme di tutti questi elementi: i clienti, la responsabilità, la crescita continua e il caffè. «Chiusa tra quattro mura non riuscirei a lavorare. Questo lavoro mi dà tantissimo, anche solo con un caffè e una chiacchiera posso cambiare la giornata di una persona. Ci sono clienti con i quali il rapporto si trasforma in un’amicizia». •

In collaborazione con