Di Adele Oriana Orlando

Le fan della Lessinia spingono Antonino. Primi voti a Michele

LE STORIE 07 ott 2020
Michele Antolini all'interno del suo negozio in Borgo Venezia Michele Antolini all'interno del suo negozio in Borgo Venezia

Due nomi noti aprono la sfida più attesa in tutta Verona e provincia, quella dell'iniziativa del quotidiano L'Arena pensata per i commessi di tutte le attività commerciali sul territorio: Antonino Giallo e Michele Antolini.

Il primo, Antonino, premiato nell'edizione precedente, perché era entrato nella top ten della classifica maschile capeggiata da Nicolò Novellini, lavora in un piccolo negozio di salumi e formaggi a San Francesco di Roverè, in Lessinia.

Michele, invece, è il proprietario del negozio Antolini Hi Fi che si trova in via Colonnello Fincato, in Borgo Venezia ed è entrato in classifica nella passata edizione.

 

Aprono questa edizione due uomini molto apprezzati dalla clientela.

Per Antonino è arrivato il primo pacco di tagliandi compilato da un gruppo di clienti con un messaggio che lo ha commosso: «Come primo giorno di concorso, speriamo che porti fortuna... Le tue clienti!!! Forza Giallo». I fan sono già scatenati. Questo solare salumiere sapeva già che anche quest'anno potrà contare sull'affetto di clienti, amici e conoscenti ma non si aspettava che arrivasse anche un messaggio di incoraggiamento. L'affetto che ha ricevuto Antonino, però, è solo un bene ricambiato quotidianamente. «Mi piace tanto il rapporto umano che si instaura con il cliente - racconta Antonino -. Si parla di tutto: dal tempo alle ricette». Nato a Trapani si trasferì a Sesto San Giovanni, nel milanese, quando ancora era un bambino e poi ricevette la telefonata per prestare servizio militare a Roverè, nel distaccamento della base Nato di Verona. Di questo luogo Antonino si è innamorato così tanto che ha deciso di viverci tutta la sua vita. Antonino è un uomo positivo, solare, dinamico e felice. La sua partecipazione all'edizione 2020 del concorso era già scritta, perché già da inizio anno i suoi clienti lo hanno contattato per incoraggiarlo e per confermare il loro sostegno per la nuova ed emozionante corsa al podio di questo autunno. D'altronde, Antonino, è un uomo che sa farsi voler bene dai suoi clienti e lo ha dimostrato.

 

Un'altra bella storia di coraggio e di emozioni è quella di Michele, della Antolini Hi Fi.Nato e cresciuto a Verona, Michele è diventato grande nel mondo in cui è indispensabile sapersi guadagnare la fiducia del cliente, saper ascoltare e proporre ciò di cui lui ha bisogno. I trucchi del mestiere li ha prima imparati dalla sua famiglia e poi, due anni fa, ha deciso di aprire le ali e spiccare il volo verso un'esperienza tutta sua. «Il mio percorso lavorativo coincide con la storia dell'azienda di famiglia, la "Benali & Antolini srl" - spiega Michele -. Era stata fondata da mio padre Renato che aveva una vera passione per i dischi, era un audiofilo». Una storia cinquantennale quella della famiglia Antolini che ha vissuto alcuni momenti difficili, compresa la scomparsa del padre nel 2008, che hanno portato alla chiusura dell'attività dei genitori, per poi vivere una nuova ed emozionante ripartenza con il negozio di Michele, due anni fa. «Credo che le avversioni nella vita debbano essere di sprono ad andare avanti e, nel mio caso, non mi sono scoraggiato - afferma Michele -. Quello che faccio è la mia passione, anche spiegare al cliente, raccontare, aiutarlo, mi piace molto». A confermare tutta questa positività raccontata con grande entusiasmo da Michele sono anche le recensioni lasciate dai clienti sul suo negozio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

In collaborazione con